Crac Bio-On: al via l'udienza preliminare In Corso

Lo Studio Gamberini al fianco degli azionisti.

Dal Corriere di Bologna, 15 luglio 2021:


"Sono oltre 800 le parti civili che hanno chiesto di essere ammesse nell’udienza preliminare del processo per il crac di Bio-On. Quasi novecento piccoli e grandi azionisti, risparmiatori, imprenditori facoltosi, professionisti, qualche vip, tutti accomunati dall’aver creduto al sogno delle bioplastiche e ai bilanci mirabolanti dell’azienda di Castel San Pietro fondata da Marco Astorri. L’ex presidente del Cda che ora rischia il processo insieme ad altre nove persone tra vertici aziendali e revisori dei conti, con le accuse di false comunicazioni sociali e manipolazione del mercato. (...)

La maggior parte degli azionisti sono assistiti dagli avvocati Salvatore Tesoriero, Pierfilippo Centonze, Bruno Barbieri del Codacons, Sergio Calvetti. Quasi tutti hanno aderito anche al sindacato italiano per la Tutela dell’Investimento e del Risparmio (Siti), che ha annunciato di voler lanciare un progetto per l’acquisizione all’asta del compendio aziendale di Bio-on. La bolla era scoppiata nell’estate 2019, quando il fondo speculativo Quintessential pubblicò un dossier in cui accusava l’azienda di Astorri di essere un castello di carte, fondata su bilanci gonfiati e una tecnologia inapplicabile, la «Parmalat bolognese» la chiamarono. La società di Castel San Pietro rispose con una querela per diffamazione, ma le indagini del nucleo di polizia economico-finanziaria di Bologna, coordinate dal pm Michele Martorelli e dal procuratore aggiunto Francesco Caleca, alla fine diedero ragione a Quintessential. A ottobre 2019 scattarono sequestri e misure cautelari personali, due mesi dopo Bio-on è stata dichiarata fallita."




https://corrieredibologna.corriere.it/bologna/cronaca/21_luglio_14/bio-on-fallita-anche-roberta-capua-gli-azionisti-traditi-bf559ada-e4df-11eb-a644-3e3c6766637c.shtml


Crac Bio-On: al via l'udienza preliminare

Galleria